Project Description

Partnership Building Activity – Step by step: Boosting youth employability through learning mobility opportunities

La disoccupazione, soprattutto giovanile è un elemento strutturale delle società europee di oggi. Ogni paese, regione e comune si trova in condizioni di emergenze e ad affrontare il fenomeno con pochi strumenti a disposizione, o spesso insufficienti per trovare soluzioni durature. Percentuali di giovani disoccupati che raggiungono il 50% della popolazione sotto i 30 anni, è caratteristico di regioni italiane, greche, spagnole, francesi, ungheresi, ma anche di regioni europee d’oltremare, come la Martinica- regione francese situata nel mare caraibico.

Dal 1 al 8 ottobre 14 organizzazioni giovanili europei, provenienti da Regno Unito, Cipro, Grecia, Romania, Slovacchia, Danimarca, Estonia, Lituania, Spagna, Germania, Croazia, Bulgaria, Francia, Italia, erano partner del progetto “Partnership Building Activity”, «Step by Step: boosting youth employability through learning mobility opportunities» un training del programma Erasmus+ organizzato dall’associazione D’Antilles et D’Ailleurs nel sud della Martinica.

Presenti Aferdite ed Elisabetta che hanno rappresentato l’Italia come partner con ICSE & Co e che hanno condiviso le migliori pratiche in tema di giovani e lavoro. Seminari, tavoli rotondi con le istituzioni locali, visite alle associazioni locali, dialogo e confronto con le migliori politiche locali e presentazione dei vari contesti europei in tema di giovani e occupazione sono stati gli strumenti utilizzati durante il seminario.
Uno degli obiettivi è stato quello di pianificare future collaborazioni in un ambiente piacevole ma produttivo, ed è stato pienamente raggiunto durante il seminario.

Un importante valore aggiunto, è stato quello di esplorare il territorio, la storia ed incontrare la popolazione locale. Imparare e conoscere la pratica Lasoté, o “Le coup de main” ossia, darsi una mano a ritmo di conchiglia, tamburo e canna di bambù. Una pratica di provenienza africana, persa negli anni ’60 dagli isolano di Martinica, e ripresa 10 anni fa dall’associazione Lasoté che la utilizza come strumento di valorizzazione della tradizione, inclusione sociale e coltivazione bio nelle comunità rurali dell’isola. A Martinica, in seguito all’abolizione della schiavitù, le uniche terre disponibili erano quelle estremamente pendenti, difficili da lavorare con mezzi agricoli. Solo l’aiuto della comunità che si organizza in giornate per darsi una mano reciprocamente, poteva creare un’agricoltura alternativa. Questi sono alcuni dei valori aggiunti che un progetto organizzato in una terra lontana per tradizione e cultura e tuttavia europea.

La buona pratica toscana: Giovani Sì

Durante le attività di confroto e la tavola rotonda con le istituzioni locali di Martinica Icse&Co. ha presentato come best practices locale il progetto regionale toscano Giovani Sì.

La presentazione è avvenuta attraverso poster ed esempi pratici, seguendo la metodologia dell’educazione non formale … lo strumento principale utilizzato in Erasmus+ per il settore giovanile.

Questo è risultato molto interessante per gli addetti ai lavori presenti, per i quali se gli incentivi abitativi sono la norma, hanno trovato particolarmente interessanti le misure a sostegno dell’imprenditoria, del lavoro e della formazione oltre al numero elevato di beneficari raggiunti.

Sebbene non tutti gli enti interventuti siano in grado di coinvogliare le risorse economiche al pari della Regione Toscana sono state interessate alla possibilità di proporre soluzioni simile, anche se con budget e numero di benefciari ridotti nei propri contesti.