Project Description

Il fulcro del progetto

Può l’arte essere uno strumento di educazione e integrazione?

Dare una risposta a questa domanda e’ l’obbiettivo del progetto “Social Inclusion Through Integrative Arts” (SITIA). Durante il Kick off meeting, tenutosi in Francia tra il 14 e il 16 Marzo scorso, le 4 organizzazioni partner hanno dato il via al progetto.

Durante tutto il 2019 i quattro partner, di cui due provenienti dalla Bulgaria e gli altri da Italia e Francia, promuoveranno una serie di attività. Tra queste verranno anche organizzati due training internazionali. Essi si incentreranno sullo scambio di buone pratiche nel campo dell’inclusione sociale. Saranno rivolti a gruppi socialmente vulnerabili, giovani operatori, ma anche a leader in ambito culturale e sociale.

Gli obbiettivi

Attraverso il potere delle arti integrative e la magia dei processi della creatività, si lavorerà sia a livello individuale che di gruppo. Unendo l’utile al dilettevole, potranno essere prodotti dei messaggi ad effetto. L’obbiettivo e’ far raggiungere a questioni di rilevanza sociale un pubblico più ampio.

A questo si unirà un secondo obbiettivo. Quello di rafforzare la capacità delle organizzazioni partner di fornire servizi sociali e di inclusione. Infatti esse, attraverso la condivisione di idee, metodi di lavoro creativi e buone pratiche, accresceranno la loro capacità di lavorare a livello sia locale che internazionale.  

Il Training course e la Blended mobility

Durante il primo incontro in Francia, il kick off meeting, i partner hanno avviato la condivisione di buone pratiche. Questo e’ stato utile per costruire le prime basi per organizzare le due principali attività in programma. Il training course, che si rivolge a operatori per la gioventù, avrà luogo verso la fine di giungo in Bulgaria. Successivamente avrà luogo la blended mobility. Essa si rivolge a chi si affaccia al mondo dei servizi socio-culturali.

I protagonisti di queste attività di formazione saranno il teatro sociale, il teatro delle luci e d’ombra, il digital painting, il group painting, la mimica, ma anche altre tecniche artistiche di vario tipo. Questi elementi verranno orchestrati e inclusi dalle dinamiche di gruppo. Esse a loro volta costituiscono un elemento centrale per il raggiungimento di una più ampia fascia di popolazione.   

Il fine è sia quello di coinvolgere gruppi locali e nazionali, che di creare un network internazionale. Strada facendo, attraverso il viaggio e lo scambio, tutte le parti coinvolte potranno arricchire e perfezionare le proprie conoscenze ed abilità. 

Stay tuned!